Prosit

Volantino del cortometraggio \

Ieri sera, venerdì 18/04/2008 ai Giardini Sonori c/o Cavallerizza (Piacenza), in collaborazione con Ser.T, L.I.L.A. e Comune di Piacenza, è stato presentato “Prosit”, il cortometraggio di denuncia sull’alcool e le stragi del sabato sera, scritto e diretto dal Fabbra (Fabrizio Arzani, pro Google) e musicato, ridoppiato e “suonato” dal Mimmo (Gabriele Minuta, sempre pro Google)!

http://www.ausl.pc.it/news/newsDettaglio.asp?idnews=802

http://www.saluter.it/wcm/saluter/agenda/ausl_pc/Prosit_cortometraggio.htm

Regia e sceneggiatura

Fabrizio Arzani

Montaggio

Edoardo Arzani

Gabriele Minuta, “Mimmo”, ha scritto e musicato

“Nowhere”, “Drunken Trip”, “Child”, “Prosit Theme”

“Little Girl From Saigon”

scritta e musicata da Claudio Salomoni

Attori principali

Francesco Vincini / Alessandro

Sara Vincini / Giorgia

Laura Cordani / Debora

Federico Rattotti / Michele

Pietro Calamari / Antonio

Sons of bees?

This is the story of the bee
Whose sex is very hard to see
You cannot tell the he from the she
But she can tell, and so can he

The little bee is never still
She has no time to take the pill
And that is why, in times like these
There are so many sons of bees.

Esame di coscienza

Quando il tuo da-quattro-anni-ragazzo, per S. Valentino, ti regala un libro su quanto puoi avere un carattere di merda… ecco, forse è il caso di farsi qualche domanda.

Another night

… And the night so terribly dark
and the day the light’s a spark
and the morning with the sun on my face
and the afternoon with its warm embrace
and the evening cries the tear of my heart
and this love tears me apart.

And the music plays with your hips
as no sound’s coming out of my lips
I’m no lover to commit suicide
can’t you see that you got me petrified
as inside I’m crying out your name
another day, another night’s all the same.

How can this be… how can this be real?

La news del giorno

E’ caduto il governo e… porca vacca chissenefrega del governo non ci sono più biglietti per il concerto dei Cure a Milano!! Non posso perdermelo accidenti a me che mi son ridotta adesso a cercare i biglietti! Lo sapevo che finiva così c’è una cosa bella che m’interessa e cazzarola non mi sveglio mai in tempo!! E adesso ‘fanculo ci vado lo stesso massì compro i biglietti dai bagarini pagandoli il quadruplo tanto guadagno bene certo che porca vacca siamo sempre alle solite e così comprerò i biglietti pagandoli 200 euri l’uno e alla fine scoprirò che sono falsi e intanto comincerà il concerto e la gente dentro che se lo gode e io fuori come una sfigata e sono 6 anni che non vengono in Italia e non ci sono mai andata e li adoro ma cazzarola sempre a finire così si va…

NB: Il post è stato scritto senza punteggiatura con intenzione.
NB: Qualche ora per smaltire l’incazzatura da mancato biglietto e tornerò a preoccuparmi del governo.

Deliri e visioni

Non so come io abbia fatto, ma dopo 3 giorni di febbre tra 38.5 e 39.5, questo è il risultato.

Deliri e visioni

Il più bel venerdì dell’anno

Situazione: sono in ufficio da sola (o quasi, siamo in due ma l’ufficio è grosso – edit 10 minuti dopo: è uscito anche l’altro). Il capo è appena uscito, di buon umore. I clienti hanno già chiuso tutti, il telefono è muto (anche perchè non c’è la segretaria che risponde). Stamattina è arrivato un pacco da uno dei nostri più grossi clienti, un pacco di Natale per me. Non per l’azienda, proprio per me. Conteneva una bottiglia di spumante (già finita) e diverse altre prelibatezze, che ora sono in ordine sparso sulla scrivania davanti a me. Attingo. Buono, il cremoso pernigotti. Stasera, ore 21, cena aziendale di Natale, quindi non torno a casa, aspetto paziente e cazzeggio. Stamattina, riunione di Natale, tirato il bilancio più che positivo dell’azienda, la sottoscritta riceve un bonus tipo tredicesima (assolutamente non previsto dal contratto, ergo maggiormente gradito). Alle 17.50 il moroso approderà in quel di Milano per raggiungermi alla cena. Ho dietro un vestito nuovo, mai messo, di cui sono innamorata. Vengo da un pomeriggio (ieri) di anniversario di 4 anni con il moroso, pomeriggio passato all’Hammam tra bagno turco, peeling e idromassaggio. Per chiudere, oggi è venerdì. Venerdì 21 dicembre. Sono in ferie da adesso fino al 2 gennaio.

Edit, rileggendo questo post sembra un po’ una sboronata. Scusatemi, ma è colpa/merito un po’ dello spumante, un po’ delle ferie, un po’ di tutto. Sono solo felice :)

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.